Error
  • JUser: :_load: Unable to load user with ID: 970

La Pro Loco ricorda Franco Minasi

Un uomo la cui umanità si apprezzava dall’espressività del volto e dal garbo con cui soleva trattare i suoi simili si è spento silenziosamente, lasciando attorno a sé soltanto buio e vuoto. Un uomo dedito con tutto se stesso al lavoro ed alla famiglia, un’esistenza volta tutta nel segno della laboriosità e dell’onestà, è scomparso per sempre. Un uomo che ha dato onore anche alla Pro Loco di Castrovillari ed al suo storico Carnevale del Pollino, con i quali ha collaborato fattivamente anno per anno partecipando con l’estro e l’originalità che lo contraddistinguevano all’allestimento di maschere e “carri allegorici” esilaranti, con cui celebrare quel “mondo alla rovescia” in base alle cui regole, una sola volta l’anno era lecito “impazzire” ed appropriarsi di un’altra identità, più gioiosa, irridente, ribaltante ruoli e funzioni quotidiane. Grave perdita e grande lutto per tutta Castrovillari.

Chi ci illuminerà più nella ricerca del significato più originale della maschera e dello sberleffo mai volgare, ma che induceva ad una sana e liberatoria risata?Certo, lo ricorderemo sempre per le sua genuina voglia di vitalità, per quella specie di volto-maschera, da cui trasparivano occhi ridenti e penetranti, quel corpo magro da perenne giovinotto che poteva permettersi ruoli anche da donna smilza, ma ammiccante ed esilarante fino allo spasmo. Una cosa è sicura: persone oneste, corrette e giuste come lui ce ne sono poche e ce ne saranno sempre meno, un uomo dall’indubbia integrità morale al quale possiamo e dobbiamo tributare tutta la nostra ammirazione e la nostra stima. Un uomo degno di essere ricordato dai posteri e indicato come esempio di rettitudine non disgiunta da umana e calda simpatia. Affettuoso con gli amici, tenero con i familiari, ha saputo mostrare se stesso sia con i potenti sia con gli umili, riuscendo a farci travolgere dai suoi geniali quanto stravaganti ed autoironici travestimenti. Ricordandolo a tutta la cittadinanza ci viene da dire che  "I maestri del bel vivere sono rari. E ogni volta che ne muore uno, il vuoto è grande e la tristezza infinita. Come la gratitudine." Nel suo ultimo viaggio, nella speranza che il Signore gli conceda il supremo perdono, stretti nell’unanime commozione, non possiamo che dire: "Requiem aeternam donas ei Domine et lux perpetua luceat ei. Requiescat in pacem. Amen". Ciao Franco!

 

Last modified onFriday, 08 January 2016 17:03

Web Design © STEXEMC2. All rights reserved.

Visit fbetting.co.uk Betfair Review

Log In or Sign Up

Log in with Facebook

Forgot your password? / Forgot your username?