(+39) 0981 - 27750

Corso Garibaldi, 160 Castrovillari - 87012 (CS) IT

Menu

Items filtered by date: Tuesday, 26 February 2019

Carnevale dei Bambini

Published in News

Carnevale è da sempre la festa dei bambini, ma coinvolge anche gli adulti. Anzi, si potrebbe dire che è un modo per i grandi di ritornare bambini, allegri e spensierati, approfittando di questi giorni per giustificare l'allegria e le stramberie. E grande entusiasmo c’è tra i piccoli protagonisti della festa più colorata dell’anno che all’interno del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, 61 edizione, è diventato un vero e proprio evento che la mattina della prima domenica di carnevale, ( 3 marzo ) raccoglie centinaia di mascherine spontanee che, come un grande serpentone colorato, attraversa le principali strade cittadine, colorando e animando la sfilata che prende il nome di “Parata della Gioia”. Il lungo serpentone, arrivato nei pressi del centralissimo palco allestito in piazza Municipio, sviluppa gioiese e colorate coreografie.

La manifestazione, curata da Tiziana La Vitola, viene pubblicizzata attraverso un disegno realizzato dagli alunni delle III, IV e V delle scuole primarie, 1° Circolo “Villaggio Scolastico” , 1° Circolo plesso di Via Roma, 2° Circolo “S.S.Medici” e Istituto “Vittorio Veneto” di Castrovillari che partecipano al concorso artistico giunto alla XV edizione. Il disegno viene giudicato da un’apposita giuria e fa da testimonial alla manifestazione. Quest’anno ad impreziosire l’evento anche i Club di servizio: Rotary, Kiwanis, Lions e Kiwa Junior che hanno messo a disposizione delle borse di studio per l’acquisto di materiale didattico per le scuole.

Al primo classificato classe V°B del 1° Circolo “Villaggio scolastico” verrà consegnata una borsa di studio del valore di 200 euro, al II° Classe IIIB 1° Circolo plesso Via Roma, 150 e al terzo classificato Classe V° E 2° Circolo “S.S. Medici” 100 euro. La sfilata delle mascherine spontanee viene aperta dagli alunni della scuola primaria Santi Medici che rallegreranno la mattinata con una coreografia dal titolo: l’alfabeto in festa, scuola che partecipa anche al concorso in maschera del carnevale di Castrovillari e che quindi si esibisce anche nelle sfilate della domenica pomeriggio e in quella di martedì 5 marzo. Tutti i bimbi in maschera, del lungo e colorato serpentone, riceveranno buoni gelato offerti dalla gelateria Capani , caramelle offerte da Golosilandia e zucchero filato e popcorn offerti dall’ Associazione AVES. Su Via Roma, come ormai succede da diversi anni, animazione a a cura ludoteca Mondo Magico…Evviva il Carnevale.

More

Pitturiamo La Campania

Published in News

Il quinto appuntamento per il Festival antropologico dei popoli, XIV Festa delle culture e Carnevale glocale del 61mo Carnevale di Castrovillari- ANNO 2019-incentrato sul Focus Campania, le cui attività culturali sono programmate nella Consulta Scientifica della Pro Loco di Castrovillari, in collaborazione con l’Accademia Pollineana, è fissato per Mercoledì, 27 Febbraio, alle ore 18:00,presso il Teatro Vittoria, in via Roma a Castrovillari. E' prevista l' inaugurazione della Collettiva di Pittura “PitturiAmo la Campania”. A seguire, Reading poetry “Gemme della lirica d’amore napoletana” a cura del Circolo dei Lettori #PollinoReaders , anche con riferimento al testo di Enrico Volpe "La canzone d'autore (è) di Napoli", Edizioni Cuzzolin. Intermezzi musicali a tema saranno curati dal prof. Giuseppe Lo Polito. 


Nota: 


L' intitolazione data alla mostra è nata dall'esigenza di promuovere la conoscenza del territorio e delle tradizioni campane, traducendo con tecniche miste il proposito di confrontarsi con una regione descritta come:“terra di origini antichissime, che annovera sei siti insigniti del titolo di Patrimoni dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Il popolamento umano della Campania è testimoniato fin dal Paleolitico medio; è attestata la presenza di popolazioni di ceppo indoeuropeo; la zona costiera fu soggetto della colonizzazione greca divenendo così uno dei centri culturali più importanti della Magna Grecia, la quale in seguito eserciterà un’influenza decisiva sulla società romana e poi sull’intera civiltà occidentale; regno Borbonico di grande cultura e sfarzo. 
E’ una terra che affascina chiunque. La costa e le isole fanno breccia nel cuore di chi le vive; Napoli con i suoi vicoli dove le mura di cinta sono rappresentate da palazzi magnificenti; scavi archeologici visitati dal mondo intero; la musica del mandolino accompagna romanze senza tempo. Il Vesuvio domina la regione, sta lì che riposa ed è visto con timore reverenziale ed è il vulcano più conosciuto e visitato al mondo. 
La cucina campana è una delle più apprezzate al mondo e protetta dall’UNESCO. Solo in Campania si mangia la vera pizza con le sue varianti storiche: Marinara e Margherita seduti a tavoli di marmo. I golosi troveranno terreno fertile tra babà, sfogliatelle, pastiera e dolci natalizi reperibili tutto l’anno. I terreni vesuviani sono perfetti la coltivazione delle uve che con la loro pigiatura rilasciano nettari come il Lacryma Christi mentre nel beneventano si produce un Aglianico degno di Bacco. 
La storia della letteratura in regione ha origini antichissime, dando i natali a illustri personaggi come Torquato Tasso, Giordano Bruno, Giambattista Vico, ma già dall’Impero Romano diede ospitalità ad Orazio e Virgilio. Grandiosa è la letteratura dialettale con Salvatore di Giacomo, Eduardo Scarpetta, Eduardo de Filippo e Totò."

More
Subscribe to this RSS feed
×

Log in