(+39) 0981 - 27750

Corso Garibaldi, 160 Castrovillari - 87012 (CS) IT

Menu
Super User

Super User

Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

“SUONI” XIV Festival Etno Jazz dal 28 al 31 luglio 2019 a Castrovillari

Published in News

Tutto è pronto a Castrovillari per ospitare la XIV edizione di “ Suoni” Festival Etno Jazz; evento nato 14 grazie all'idea originaria di Gerardo Bonifati e Sasà Calabrese per richiamare il ruolo della mediterraneità e delle contaminazioni tra generi musicali intramontabili valorizzando altresì, i musicisti della nostra terra. “Anche quest’anno, ha sottolineato il direttore artistico, Bonifati, sarà un’edizione importante di alto profilo artistico con una forte rappresentanza di musicisti locali. Una città che è sempre stata vivace e quindi era doverosa una promozione di quelle che sono le eccellenze castrovillaresi ma, non mancheranno artisti nazionali che andranno ad arricchire questi quattro giorni. Nonostante le difficoltà economiche, riusciamo a garantire un programma di alto livello. Il tutto si svolgerà nella corte del castello Aragonese dove si vivranno momenti magici che solo il centro storico riesce a dare.” La manifestazione organizzata dalla Pro Loco cittadina, presidente Eugenio Iannelli, regala ogni anno un misto di emozioni e passioni in special modo con l’evento “Suoni dell’Alba”; con i “I Castrum Quartet”, sonorità etniche che si fondono con i colori dell’alba.

E a volte le parole non bastano a chiarire la bellezza dell’evento, necessitano le note che echeggeranno all’interno del Castello Aragonese, location dell’evento di uno dei festival più raffinati e coinvolgenti dell’estate castrovillarese. Un vero e proprio viaggio alla riscoperta di storie passate con uno sguardo al futuro da scoprire, tra la musica etnica campana con la formazione dei “Bottari della Cantica Popolare”; passando dalla melodia jazz di Susan Di Bona, Salvatore Sangiovanni, Vincenzo Gallo e Renato Palmieri. E poi il cammino viscerale dentro la terra di Basilicata con “I Renanera”, passando per le sonorità di classici del Soul-Jazz e del Blues di Ginger Brew una delle più autorevoli voci femminili della scena italiana. Proviene da una famiglia d’artisti, suo padre scrittore e poeta, è ambasciatore del Ghana. E poi le reinterpretazioni di brani del grande Charles Aznavour a cura dell’attore cantante, Giuliano Ciliberti. Ed ancora un viaggio attraverso le canzoni più belle di Fabrizio de André, miscelati da “Gli Arcobaleni di altri mondi” , con Sasà Calabrese [chitarra,voce] Daniele Moraca [Chitarra, voce, armonica] Roberto Risorto [pianoforte] Massimo Garritano [lap steel, bouzouki] Danilo Chiarella [basso elettrico] Checco Pallone [percussioni, tamburi a cornice]. E poi le sonorità di musiche italiane in versione portoghese della cantante ed autrice Mel Freire, brasiliana di Belo Horizonte.

“Le emozioni che restano” con il pianista Gino Marcelli. Ha suonato con artisti del calibro di Andrea Bocelli, Simple Mind, Leonard Johnson, solo per citarne alcuni e Leonardo Saraceni, grande concertista e presidente dell’International Prize “Music in the World”, direttore della Scuola di Musica “F. Cilea” di Castrovillari. Non mancheranno i momenti culturali con il reading del libro “Piccole patri, la patria altre patrie” di Vittorio Cappelli. Questo ed altro ancora nell’edizione targata 2019 di “Suoni” . E quando il sipario si aprirà , artisti e maestri diversissimi fra loro, allieteranno queste sere di fine luglio. INFO – BIGLIETTERIA. Ufficio I.A.T. pro loco C.so Garibaldi, 160 – 0981.27750. ingresso spettacoli €5.00- soci Pro Loco € 3.00 L’evento è organizzato dalla Pro Loco cittadina, con il contributo del Comune di Castrovillari, in collaborazione con i brand A.C.T. (Ambiente, Cultura, Turismo) “ Castrovillari Città Festival” e con l’apporto di sponsor privati.

 

Suoni Festival Etno Jazz 2019 Si parte

More

90 anni del Gruppo Folklorico Pro Loco di Castrovillari

Published in News

“Oscar nazionale del Folklore” consegnato dal presidente nazionale della FITP, Benito Ripoli al Gruppo Folklorico della Pro loco di Castrovillari che si va ad aggiungere al palmarès dei riconoscimenti ufficiali ottenuti in questi 90 anni di vita. Quasi un secolo, in sette giorni tra mostre, tavole rotonde e spettacoli. Un bilancio più che positivo sottolineato dalla presenza ogni sera di pubblico che ama le radici di una terra legata alle tradizioni popolari. Tradizioni che il sodalizio folklorico ha espresso attraverso lo spettacolo, “Castrovillari nella memoria- lettera di un emigrante”, scritto dal prof. Leonardo Alario che ha raccontato, attraverso la trasposizione scenica, la storia del popolo contadino. Dal passaggio di Giuseppe Garibaldi , atteso e acclamato, rivoluzionario da un punto di vista politico e sociale per i cambiamenti che intendeva attuare in favore della popolazione che, rimase nella storica miseria nonostante i tentativi di ribellione, alla partenza verso l’America in cerca di fortuna.

Dei veri e propri quadri che hanno raccontato il corteggiamento dell’amata fino al matrimonio e alla festa grande, passando per le antiche tradizioni e credenze come quella del “monachiddu”, simbolo di speranza e buona fortuna; a scene di vita quotidiana nei campi, al periodo carnevalesco, ai riti della settimana Santa con la processione del Venerdì, fino ad arrivare alla partenza per le Americhe . Insomma “Suoni e memorie di un tempo perduto”, raccontate grazie allo studio e alla ricerca continua, sulle tradizioni della nostra terra, amate e apprezzate anche da un pubblico sempre più attento e numeroso che richiede  costantemente nuove e significative proposte spettacolari. Cosa che il Gruppo Folklorico della Pro Loco, grazie al direttore artistico, Gerardo Bonifati, mette in scena da diversi anni tanto da essere insignito di diversi riconoscimenti per l’impostazione scenica, innovativa e per quel modo di raccontare le tradizioni, la forma di proporre trasposizioni sceniche che parlano di argomenti legati alla tradizione calabrese, molto apprezzate dal mondo accademico, tanto che, diversi Atenei, seguono con interesse l’attività culturale del gruppo a cui danno una ritrovata credibilità. Un susseguirsi di emozioni hanno caratterizzato questo importante compleanno, ultimo in ordine di tempo, lo spettacolo che ha visto la partecipazione dei veterani del sodalizio che hanno reso questa storia possibile. Dal 1929 ad oggi, tanti sono stati i castrovillaresi che hanno dato lustro al sodalizio.

Generazioni a confronto, vecchie nuove leve, che si sono ritrovati sul palco allestito nella corte del Castello Aragonese, location dei festeggiamenti, insieme ai “I piccoli della Pro loco” il futuro del Gruppo Folclorico della Pro Loco stessa. Un vivaio di giovanissimi nato grazie all’intuizione e al lavoro certosino del direttore artistico Gerardo Bonifati, e alle responsabili che negli anni lo hanno guidato, Mena Bartolini, Valentina Grisolia e oggi, Tiziana La Vitola, dal 2006, con l’intento di non disperdere le tradizioni ma riuscire a far rivivere la memoria storica di un passato dal sapore sempre più indimenticabile. Spettacoli che hanno commosso oltre che il pubblico presente che non ha fatto mancare il proprio calore, il gota della Federazione Italiana Tradizioni Popolari e dell’antropologia nazionale. Sorprendentemente, colpito, il prof. Mario Atzori, Presidente della Consulta Scientifica, ordinario di Storia delle Tradizioni Popolari presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Sassari, uno dei massimi esperti delle tradizioni popolari sarde, ha conferito, al direttore artistico, Gerardo Bonifati, la laurea “Honoris Causa” in scienze antropologiche. Sul palco poi si sono avvicendati presidenti e capi gruppo che in questi anni hanno traghettato il sodalizio. Una serata magica che rimarrà impressa nel cuore di chi ha voluto soffiare su queste 90 candeline, scolpita su di un ciondolo realizzato per l’occasione dal M° orafo, Michele Affidato e già proiettati al 2029 per festeggiare un secolo di vita di un gruppo che ha fatto grande il folklore castrovillarese. (foto Giuseppe Iazzolino)

More

Incontri e Spettacoli Folklorici

Published in News

“Rush finale” dei festeggiamenti per i 90 anni del Gruppo Folklorico della Pro Loco di Castrovillari. Si parte venerdì 12 luglio alle ore 16.00 presso il Castello Aragonese, location dell’evento con la rotonda a cura della Federazione Italiana Tradizioni Popolari in collaborazione con l’Accademia Pollineana sul tema: “Funzioni sociali ed educative dei Gruppi Folklorici” Come interessare i giovani al proprio patrimonio etnografico: attuali proposte educative.

Interverranno: Enzo Vinicio Alliegro Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli Studi di Napoli Federico II; S.E. Mons. Francesco Savino Vescovo Diocesi di Cassano Jonio; Enzo Cocca Direttore Editoriale “Il Folklore d’Italia”; Mario Atzori, Università di Sassari; Luigi Maria Lombardi Satriani Università La Sapienza di Roma; Leonardo Alario Presidente I.R.S.D.D di Cassano Jonio; Benito Ripoli Presidente F.I.T.P.; Franco Megna Segretario Generale F.I.T.P. Alle ore 21, spazio alla danza tradizionale con il “ Raduno Regionale Gruppi Folklorici Calabresi” a cura della F.I.T.P. Regione Calabria, si esibiranno i Gruppi Folklorici : Asprumunti, Cardeto(RC); Città di Tropea(VV); Città di Vibo Valentia ; I Marinisi , Migliuso Serrastretta (CZ); I Castruviddari (CS);. I Miromagnum (CS); Pacchianedda Sansustisa (CS);. Città di Castrovillari (CS) e naturalmente il Gruppo Folklorico Pro Loco di Castrovillari (CS). Sabato 13 luglio alle ore 10.00, incontro con il gota della Giunta Nazionale della Federazione Italiana Tradizioni Popolari.

Alle ore 21.00, sempre nella corte della Castello Aragonese lo Spettacolo Etnografico del Gruppo Folkorico della Pro Loco di Castrovillari, scritto da Leonardo Alario : “Castrovillari nella Memoria - Lettera di un’emigrante” . Domenica 14 luglio chiusura dei festeggiamenti con la cerimonia spettacolo dei veterani del Gruppo Folklorico della Pro Loco dal titolo : “Chi ha reso questa storia possibile”. Intanto nelle stanze del Castello Aragonese, è possibile ammirare dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 fino alla chiusura della struttura, le mostre di costume, video, di strumenti tradizionali e fotografiche.

Castrovillari 11 luglio 2019

More

Tra Mostre Fotografiche e di Costume… e Danze Tradizionali

Published in News

Si alza il sipario sui festeggiamenti dei 90 anni del Gruppo Folklorico Pro Loco di Castrovillari. Il Castello Aragonese, location dell’evento per sette giorni, vestito a festa con una serie di mostre, fotografiche, di costume, video e di strumenti musicali che, ripercorrono questi gloriosi anni che hanno portato il sodalizio ad essere insignito di numerosi premi a livello nazionale ed internazionale. Un gruppo che ha portato le tradizioni castrovillaresi nei cinque continenti e che per questo evento gode del patrocinio della presidenza del consiglio, nella persona del Presidente Conte, ed ancora della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, del Parco del Pollino, dello IOV Italia, della FITP, del gota dell’antropologia nazionale e del Mibact. Si può ripercorrere il “giro del Mondo” in 90 …anni, attraverso immagini di artisti calabresi con la collaborazione del FAI Pollino. In mostra gli abiti nunziali tradizionali del “Cuzzo e della Pacchiana” quest’ultimo, bello e sfolgorante di colori, ricamato in oro zecchino, ritenuto uno dei più caratteristici costumi tradizionali del mondo, in mostra permanente al Museo di Bruxelles. Il costume tradizionale femminile della città di Castrovillari viene menzionato già in antichi contratti di matrimonio, risalenti al 1300, quale abito indossato nel giorno del matrimonio dalle giovani contadine e dunque inserito nel corredo matrimoniale”. Ed ancora manifesti, oggetti, doni e premi legati ai momenti istituzionali, mostre fotografiche del tempo che passa, momenti attuali e mostra di strumenti tradizionali e degli almanacco.

Senza dimenticare il gruppo visto con gli occhi dei bambini, la mostra di disegni e foto realizzati dagli alunni della Scuola primaria 1° Circolo Villaggio Scolastico, che si è piazzato al secondo posto del concorso, 1° Circolo Plesso “Vittorio Squillaci” , Istituto Vittorio Veneto, che si è classificato al primo e terzo posto, per le scuole primarie, 2° Circolo “SS Medici”, terzo posto del “Concorso Artistico “90 anni di storia”, Scuola secondaria “Enrico De Nicola” primo e terzo posto, per le suole secondarie e Plesso Via Roma, secondo classificato nella stessa categoria. La premiazione è avvenuta prima del “Raduno” per Gruppi Folkloristici di bambini. Ad aprire la serata. Presentata da Carlo Catucci, il gruppo “ I Castruviddari”, diretto da Ines Visciglia e Carmine Martino, d’appartenenza all’Associazione “Aldo Schettini” colui il quale nel 1929 diede vita al gruppo "I Canterini di Castrovillari". Grazie a questa intuizione si aprì la strada al Folklore castrovillarese. A seguire il Minifolk “ Città di Castrovillari”, nato nel 2018 in collaborazione con Circolo della Cultura di Cammarata, diretto Antonio Notaro e da altri validi collaboratori, con l’intento di tramandare le tradizioni popolari castrovillaresi. A chiudere la serata che, è stata intervallata dall’esibizione di giovani artisti amanti delle tradizioni e della fisarmonica, in ordine Francesco Munno, nove anni, Eugenio Gallo 13anni e Leo Antony 14 anni, “ I Piccoli della Pro Loco”; un vivaio di giovani utile a far rivivere la memoria storica di Castrovillari. Gruppo diretto dalla vulcanica Tiziana La Vitola e dal direttore artistico, Gerardo Bonifati, quest’ultimo insieme al presidente Eugenio Iannelli, hanno portato i saluti ai presenti. Saluti anche da Antonio Notaro nella duplice veste di direttore artistico dell’Estate Internazionale del Folklore e di Consigliere comunale.

I festeggiamenti continueranno giovedì, alle ore 17.00, sempre nel Castello Aragonese, con la presentazione del libro “ I Colori della Tradizione”, Casa editrice “ Il Coscile”. Volume che racconta la storia del Gruppo e gli eventi culturali di Castrovillari dal 1929 ad oggi. A seguire “90 anni di Storia”; tavola rotonda sulla storia e sugli eventi del Gruppo Folklorico del Pollino e sui momenti tradizionali locali. Evento realizzato in collaborazione con l’Accademia Pollineana.

(Foto di Giuseppe Iazzolino)

Castrovillari 08 luglio 2019

More
Subscribe to this RSS feed
×

Log in